UN CASO INTERESSANTE SULLA PRESENTAZIONE DI SUBEMENDAMENTI

La lega in commissione affari sociali alla Camera, nel corso dell’esame del decreto legge che reca misure emergenziali per il servizio sanitario della Calabria e altre misure in materia sanitaria (A.C. 1816), ha chiesto, con la deputata Rossana Boldi di poter presentare subemendamenti ad alcuni emendamenti della Relatrice del provvedimento, che erano, però, stati depositati entro il termine ordinario previsto per il deposito di tutti gli altri emendamenti.

La vicenda è interessante, oltre che dal punto di vista politico, perché denota un dissenso interno alla maggioranza, probabilmente in ordine all’emendamento 11.16 che interviene sulla nomina dei direttori generali delle strutture sanitarie, anche dal punto di vista regolamentare.

E’ molto frequente, infatti, la presentazione di subemendamenti a emendamenti presentati dal Relatore e dal governo nel corso dell’esame di un provvedimento. Molto meno frequente è la presentazione di subemendamenti ad altri emendamenti presentati dal Relatore o da altri deputati nel termine stabilito per il deposito.

Meno frequente ma previsto da una prassi consolidata e, a nostro avviso, legittimato anche da una disposizione del regolamento della Camera: il comma 4 dell’articolo 86. Questa disposizione prevede che “I subemendamenti possono essere presentati fino a un’ora prima della seduta nella quale saranno discussi gli articoli cui si riferiscono”. Poiché il comma 5 dello stesso articolo norma la fattispecie in cui possono essere presentati subemendamenti ad emendamenti di Relatore e Governo che arrivino in corso di seduta, se ne ricava pacificamente che la disposizione di cui al comma 4 riguardi la fattispecie di subemendamenti presentati ad emendamenti depositati entro i termini, anche da altri deputati.

L’articolo 86 riguarda l’esame in aula, ma per estensione si applica anche all’esame in commissione.

In questo senso si può citare un precedente della scorsa legislatura, quello che vide presentare tre sub emendamenti 0.4.20.1; 0.4.20.2 e 0.4.20.3 da parte del Deputato Cecconi (M5S) ad un emendamento presentato dal deputato Carbone (4.20) nel corso dell’esame del Decreto Milleproroghe per l’anno 2015 (a.c. 3513).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *