IL PRIMO DECRETO LEGGE DELLA XVIII LEGISLATURA

Il decreto legge n.30 del 10 aprile 2018 è il primo decreto della nuova legislatura, depositato presso la Camera dei Deputati venerdì 13 aprile. Poiché ad oggi non è ancora nato un nuovo governo e in parlamento non sono state ancora costituite le commissioni permanenti, con tutta probabilità sarà esaminato e convertito in legge dalle due commissioni speciali per gli atti del governo costituite sia alla Camera che al Senato.

Il contenuto è minimo e consiste nel disporre la proroga dei componenti l’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente nominati nel 2011. La proroga si è imposta, come specificato dal governo nella relazione del disegno di legge di conversione, perché la nomina dei nuovi componenti prevede che sia il governo a proporre i nuovi nomi e le commissioni parlamentari competenti ad approvare la proposta con una maggioranza qualificata dei 2/3.

Sempre come specificato nella relazione, un’altra motivazione che ha indotto a prevedere la deroga riguarda le nuove funzioni in materia di regolazione del ciclo dei rifiuti che sono state attribuite all’ex Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico (trasformandola appunto in Arera) dal comma 527, dell’articolo 1, della legge di bilancio per il 2018.

Il decreto dispone, dunque, la proroga delle funzioni degli attuali componenti finchè non saranno nominati i nuovi e comunque non oltre 90 giorni dalla dall’insediamento del nuovo governo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *