PERCHE’ SI SEGNALANO GLI EMENDAMENTI

Se si sfoglia il fascicolo degli emendamenti presentati alla Camera al disegno di legge sulla legittima difesa (C. 1309) sotto ad alcuni emendamenti presentati dal gruppo LEU e da deputati del Misto campeggia la scritta “NON SEGNALATO”.

Significa che quell’emendamento, seppure depositato e considerato ammissibile, non sarà comunque posto al voto dell’aula.

Quando si esaminano disegni di legge alla Camera è procedura abituale che alcuni gruppi siano chiamati a segnalare il numero degli emendamenti da porre in votazione.

Tale procedura si verifica a seguito dell’interpretazione, consolidatasi nella prassi, che è stata data alla lettura in combinato disposto degli articolo 85, comma 8, e 85-bis, comma 1, del Regolamento della Camera.

Per ogni disegno di legge, dunque, i gruppi parlamentari, possono presentare in media per ciascun articolo un numero di emendamenti pari ad un decimo dei componenti del gruppo stesso.

Se prendiamo ad esempio il gruppo di LEU, essendo composto di 14 deputati il numero massimo di emendamenti che poteva porre in votazione era dato dalla moltiplicazione di 1,4 (un decimo dei componenti) x il numero di articoli del diesgno di legge 9 (il numero degli aticoli del ddl), pari a 12,6 che arrotandando all’unità superiore da 13.

Avendo il gruppo LEU depositato un numero maggiore di emendamenti è stato costretto a segnalare i 13 daporre comunque in votazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *