PRIMO DECRETO PRIMA (PICCOLA) CREPA NELLA MAGGIORANZA

Il primo decreto legge del nuovo governo, quello relativo all’emergenza del tribunale di Bari, fa saltare un tassello della maggioranza parlamentare alla Camera. La componente del gruppo misto MAIE, che alla Camera conta sei deputati e al governo ha un sottosegretario (il Sen. Riccardo Merlo) ha votato la fiducia al governo Conte, ma in commissione giustizia con il deputato Catello Vitiello ha votato con le opposizioni gli emendamenti presentati al decreto sui quali Relatore e Governo avevano dato parere negativo, ad iniziare dall’emendamento 1.1 del Forzista Sisto interamente soppressivo del provvedimento.

Ovviamente nulla di preoccupante dal punto di vista numerico, poiché la maggioranza ha tranquillamente in numeri non solo in commissione, ma anche in aula, per far passare il provvedimento senza il sostegno degli alleati, in questo caso più coltelli che fratelli, del MAIE. Rimane il dato però il dato politico di una piccola incrinatura al primo vero provvedimento. Anche se va detto che sul decreto legge sono molte le perplessità messe a verbale nel corso delle audizioni che hanno preceduto le votazioni in commissione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *