QUALCHE DATO SULLA NUOVA GIUNTA PER IL REGOLAMENTO DELLA CAMERA

Alla Camera dal 18 aprile è stata costituita la Giunta per il regolamento. Poiché è probabile che una delle partite di questa legislatura riguarderà la riforma del regolamento della Camera, in particolare se non dovesse nascere un governo politico, è interessante provare a fare un po’ sociologia e a dare qualche statistica sui componenti della giunta.

Ad oggi, come prevede il regolamento, la giunta si compone di 10 membri più il presidente della Camera, successivamente sarà probabilmente integrata con rappresentanti dei gruppi al momento assenti (Fdi e Leu e probabilmente il misto), basti pensare che nella scorsa legislatura arrivò alla fine a 16 componenti.

5 stelle è il gruppo con più rappresentanti: 4, Lega, Fi e Pd ne hanno 2 a testa. A prima vista è una giunta molto nuova dal momento che sono solo due (Dieni e Vito) i deputati che ne facevano parte anche nella XVII. Fatta eccezione per i due deputati appena citati, nessuno degli altri 8 è mai stato componente della giunta neppure in legislature precedenti.

5 stelle ha indicato due deputati alla seconda legislatura (Dieni e Ferraresi) e due neoeletti (Macina e Saitta). Vittorio Ferraresi nella sua scheda pubblicata sul sito della Camera non fornisce dati su titoli di studio o professioni precedenti. Nella scorsa legislatura è stato componente della commissione giustizia. Anna Macina è un avvocato civilista. Eugenio Saitta possiede una laurea in giurisprudenza.

La Lega ha indicato Guido Guidesi, diplomato all’istituto tecnico commerciale, che nella scorsa legislatura è stato componente della commissione bilancio, e Elena Maccanti, laureata in lettere, giornalista e che nella XVI legislatura è stata componente della commissione cultura.

Forza Italia oltre a riproporre Elio Vito, che nelle 7 legislature svolte alla Camera ha ricoperto i ruoli di delegato d’aula, presidente di gruppo e presidente di commissione, ha indicato Francesco Paolo Sisto, avvocato e docente universitario esperto di materie di giustizia e che nei primi due anni della scorsa legislatura è stato presidente della I commissione.

Il Pd infine ha indicato l’esperto Emanuele Fiano (tre legislature alle spalle), che nella scorsa legislatura è stato capogruppo in prima commissione nonché relatore della legge elettorale, e Rosa Maria Di Giorgi laureata in lettere e filosofia, componente del CNR, e che nella scorsa legislatura è stata componente del Consiglio di presidenza del Senato, prima come segretario di presidenza e, nell’ultimo anno come Vice presidente.    

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *