LA CORTE CONVALIDA IL “CONTRIBUTO DI SOLIDARIETÀ” SULLE MAXI-PENSIONI

Gli ex dipendenti di Montecitorio restano a bocca asciutta. L’art. 1, commi 486 e 487, della legge n. 147/2013 ha disposto, a decorrere dal 1° gennaio 2014 e per la durata di 3 anni, una decurtazione progressiva in base all’aumentare dell’importo lordo annuo rispetto al trattamento minimo. Le risorse in tal modo recuperate sarebbero state Leggi di piùLA CORTE CONVALIDA IL “CONTRIBUTO DI SOLIDARIETÀ” SULLE MAXI-PENSIONI[…]

LE COMMISSIONI DI INCHIESTA COME MAGISTRATURA: IL CASO DELLE TESTIMONIANZE

Oggi la Commissione bicamerale d’inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati ha svolto due esami testimoniali, cioè ha raccolto la testimonianza di due soggetti al pari di come sarebbe avvenuto se si fosse trattato di un organo della magistratura. Alle commissioni parlamentari di inchiesta, infatti, secondo Leggi di piùLE COMMISSIONI DI INCHIESTA COME MAGISTRATURA: IL CASO DELLE TESTIMONIANZE[…]

FOCUS RIFORMA COSTITUZIONALE/2: LA COMPOSIZIONE DEL NUOVO SENATO

Il nuovo Senato della Repubblica sarà composto da 95 Senatori, eletti tra i consiglieri regionali e i sindaci, più 5 senatori che possono essere nominati dal Presidente della Repubblica e che durano in carica per 7 anni. I nuovi senatori non saranno più eletti direttamente dai cittadini, bensì dai Consigli regionali. Ogni Regione e le Leggi di piùFOCUS RIFORMA COSTITUZIONALE/2: LA COMPOSIZIONE DEL NUOVO SENATO[…]

FOCUS RIFORMA COSTITUZIONALE/1: COME CAMBIA IL REFERENDUM

La riforma  costituzionale appena approvata modifica un numero rilevante di articoli della Carta attuale. Anche in vista del referendum confermativo Professione Parlamento pubblicherà una serie di approfondimenti dedicati alle modifiche più rilevanti. Il primo focus lo dedichiamo all’istituto del referendum abrogativo e ai nuovi referendum propositivi e di indirizzo La riforma costituzionale modifica solo in Leggi di piùFOCUS RIFORMA COSTITUZIONALE/1: COME CAMBIA IL REFERENDUM[…]

PARTITI I TRE MESI PER RICHIEDERE IL REFERENDUM COSTITUZIONALE

Venerdi 15 aprile è stato pubblicato in gazzetta ufficiale il testo della legge di riforma costituzionale. Da tale data, dunque, decorrono i tre mesi per richiedere che la legge di riforma costituzionale sia sottoposta a referendum confermativo, non essendo stata approvata in seconda lettura con la maggioranza dalla maggioranza dei due terzi dei componenti di Leggi di piùPARTITI I TRE MESI PER RICHIEDERE IL REFERENDUM COSTITUZIONALE[…]

L’INTERVENTO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ALLA CAMERA SULLE RIFORMA COSTITUZIONALE

Non è usuale, nel corso di un esame legislativo, che il Presidente del Consiglio intervenga in replica a chiusura del dibattito svolto nella discussione generale. Per questo e per la rilevanza (sia che la si giudichi positivamente, sia che la si giudichi negativamente) della riforma costituzionale riportiamo di seguito lo stenografico dell’intervento del Presidente Renzi.

MATTEO RENZI, Presidente del Consiglio dei ministri. Signora Presidente, onorevoli deputati, è con una certa emozione che intervengo qui, oggi, per rendere innanzitutto omaggio in modo formale e sostanziale a questo Parlamento, anche a quella parte di Parlamento che ha deciso di non partecipare a questo mio intervento, ma nulla toglie al valore di quello che essi, anche loro, hanno fatto, insieme naturalmente ai parlamentari, ai deputati in questo caso, della maggioranza delle riforme, che hanno lavorato con grande determinazione e con grande tenacia. Lo dico senza formalismi, lo dico con il cuore in mano: siamo a un passaggio straordinario. Io vorrei dire grazie a lei, signora Presidente, al suo Ufficio di Presidenza, alle collaboratrici e ai collaboratori che hanno reso possibile ciò che è accaduto e ciò che sta accadendo. Vorrei dire grazie a tutti i capigruppo che si sono succeduti, i capigruppo che hanno lavorato, ai membri della Commissione affari costituzionali, e da parte del Governo, al Ministro e a tutti i sottosegretari che sono qua, perché quello che sta avvenendo in queste ore è un passaggio al quale non tutti credevano e in molti casi, anche noi, pensavamo di non credere più. È un passaggio storico per il nostro Paese. C’è un unico modo con il quale io posso essere minimamente in grado di restituire questo sentimento di riconoscenza e cioè quello di prendere, come ho fatto in queste settimane, riguardare, uno per uno i punti che sono venuti dalle opposizioni, e anche in alcuni casi dalla maggioranza, di critica e rispondere nel merito. Non abituatevi dunque a questo tipo di intervento, solitamente i miei discorsi in Parlamento sono molto diversi, ma questa volta mi sono preparato, uno per uno, sui singoli punti che sono venuti dalle minoranze, per poter esprimere le motivazioni di merito per le quali questo passaggio è un passaggio straordinario. […]

RIFORMA COSTITUZIONALE ULTIMO ATTO (…PARLAMENTARE)

Inizia oggi, nell’aula della Camera dei Deputati, l’ultima lettura del disegno di legge di riforma costituzionale dopo la quale il testo sarà approvato definitivamente, almeno per quanto l’iter parlamentare poiché l’ultimo vero atto della riforma costituzionale si svolgerà con il referendum confermativo il cui svolgimento dovrebbe essere previsto per ottobre 2016. L’esame che si svolgerà Leggi di piùRIFORMA COSTITUZIONALE ULTIMO ATTO (…PARLAMENTARE)[…]

GENESI DELL’EMENDAMENTO CHE RISCHIA DI FAR SALTARE LA LEGISLATURA

La prossima settimana riprendono i lavori parlamentari ed al Senato tutta l’attenzione, e forse il futuro della legislatura, è concentrata sulla possibilità o meno di emendare l’articolo 2 della proposta di legge di riforma costituzionale, relativo al sistema di elezione del Senato. Tutto il problema nasce alla Camera dei Deputati con l’approvazione di un piccolo Leggi di piùGENESI DELL’EMENDAMENTO CHE RISCHIA DI FAR SALTARE LA LEGISLATURA[…]